Screen width of at least 320px is required!

14 May 2020

Episode #383

7 May 2020

Episode #382

30 April 2020

Episode #381

23 April 2020

Episode #380

16 April 2020

Episode #379

9 April 2020

Episode #378

2 April 2020

Episode #377

26 March 2020

Episode #376

19 March 2020

Episode #375

Speed 1.0x
/

Introduction

Milena: È giovedì 16 aprile 2020. Benvenuti al nostro programma settimanale News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Ciao Stefano.
Stefano: Ciao Milena! Un saluto a tutti!
Milena: La prima parte del programma sarà dedicata alle notizie internazionali più importanti della settimana. Inizieremo con la linea “morbida”, adottata dalla Svezia nella lotta al coronavirus. Subito dopo, parleremo della malattia mortale, che colpisce gli alberi di ulivo in Europa, che potrebbe causare perdite per oltre 20 miliardi di euro. Poi, vi racconteremo di uno studio, secondo cui 35 milioni di anni fa, una razza preistorica di scimmie potrebbe aver attraversato l’Atlantico, viaggiando dall’Africa al Sud America. Per finire, vi racconteremo dell’ordinanza, imposta dalle forze dell’ordine della Repubblica Ceca, che prevede l’obbligo per tutti di indossare mascherine in pubblico, anche per i nudisti.
Stefano: Ok! Ottima scelta di notizie, come sempre. Nella seconda parte della trasmissione, dedicata all’Italia, di che cosa parleremo?
Milena: Nel segmento Trending in Italy, discuteremo della diffusione in rete di una puntata del programma scientifico Tg Leonardo di Rai 3, dedicata a un super virus creato in Cina nel 2015, che molti utenti, però, hanno associato al Covid-19, dando il via a una serie di teorie complottistiche. Poi, vi parleremo del dibattito sul sovraffollamento dei penitenziari italiani, che si è aperto dopo la notizia della morte per coronavirus del primo detenuto.
Stefano: Perfetto, Milena! Iniziamo!
Milena: Dedichiamoci alle notizie internazionali.
16 April 2020
La Svezia adotta una strategia insolita per far fronte alla pandemia da coronavirus
Alexanderstock23 / Shutterstock.com

Nonostante la pandemia da coronavirus abbia costretto la maggior parte dei paesi europei a scegliere la strategia dell’isolamento, per contenere il diffondersi dei contagi, la Svezia ha applicato, invece, una linea d’azione completamente diversa, basata più sul buon senso e la disciplina dei propri cittadini, che su regole ferree. Anders Tegnell, l’epidemiologo capo che ha elaborato questa strategia contro il coronavirus, sostiene che misure di isolamento meno rigide siano più sostenibili per periodi di tempo prolungati.

L’insieme di restrizioni attualmente in atto in Svezia sono minime, se par

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

16 April 2020
Il batterio, che uccide gli ulivi, potrebbe causare danni per oltre 20 miliardi di euro in tutta Europa

In un nuovo studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences lo scorso 13 aprile, i ricercatori hanno calcolato il potenziale peggior scenario economico, derivante dalla diffusione della Xylella fastidiosa, un batterio che colpisce gli ulivi. La Xylella è in grado di infettare anche altre piante come gli alberi di ciliegio, di mandorlo e prugno. Questa malattia fu scoperta in Italia nel 2013 e da allora ha distrutto intere coltivazioni di ulivi, causando un calo stimato del 60 per cento dei raccolti di olive.

La Xylella, considerata uno dei patogeni più pericolosi al mondo

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

16 April 2020
Scimmie preistoriche potrebbero aver attraversato l’Atlantico su zattere naturali

Gli scienziati ritengono che 35 milioni di anni fa, l’estinta specie delle scimmie Ucayalipithecus abbia attraversato l’Atlantico, all’epoca più stretto di oggi, compiendo un viaggio di oltre 900 miglia dall’Africa al Sud America. Secondo i ricercatori, i primati avrebbero compiuto la traversata su zattere naturali, costituite da grandi agglomerati di vegetazione, probabilmente staccatisi dalla costa in seguito a una forte tempesta tropicale. La teoria, alla base dello studio pubblicato giovedì scorso sulla rivista Science, si fonda sul ritrovamento di alcuni denti fossili di scimmia, scoperti

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

16 April 2020
Anche i nudisti della Repubblica Ceca devono mettersi le mascherine

Quando la pandemia di coronavirus ha colpito l’Europa, la Repubblica Ceca è stata uno dei primi stati a chiudere i propri confini, ogni attività non essenziale, e a proibire i grandi raggruppamenti di persone. In questo modo la Repubblica Ceca è riuscita a contenere la diffusione del coronavirus e, finora, ha avuto solo 6000 contagiati e meno di 200 morti su 10 milioni di abitanti. È stata una delle prime nazioni europee a istituire l’obbligo di portare le mascherine in pubblico.

Lo scorso 27 marzo, la polizia è intervenuta in seguito a una denuncia, fatta nella cittadina di Lázně Bohdaneč, a

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

16 April 2020
Il super virus nel video del Tg Leonardo del 2015 non è Sars-CoV-2

Milena: Lo scorso 25 marzo, sui social media e nelle applicazioni di messaggistica di migliaia di italiani, è circolato il video di un servizio televisivo davvero inquietante, realizzato nel 2015 dalla rubrica scientifica “Tg Leonardo” di Rai 3. Secondo gli autori del servizio, in un laboratorio di massima sicurezza a Wuhan, in Cina, alcuni scienziati avrebbero creato un super virus polmonare, combinando nei topi di laboratorio un virus scoperto in una particolare specie di pipistrello cinese con quello della Sars. Moltissimi utenti hanno subito associato questo virus da laboratorio con il Sars-CoV-2, responsabile dell’epidemia, che sta mietendo vittime in tutto il mondo.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

16 April 2020
La prima vittima da coronavirus in un penitenziario apre il dibattito sul sovraffollamento
MikeDotta / Shutterstock.com

Stefano: Un paio di settimane fa, il coronavirus ha causato la prima vittima tra i carcerati italiani. Si tratta di un uomo di 76 anni, detenuto con l’accusa di associazione mafiosa presso l’istituto penitenziario di Bologna. Secondo un articolo, pubblicato il 2 aprile su Il Fatto Quotidiano, l’uomo sarebbe stato ricoverato il 26 marzo nell'Unità operativa di Medicina d'Urgenza dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna, a causa dell’aggravarsi di patologie pregresse e difficoltà respiratorie. Sottoposto a tampone, il paziente sarebbe risultato positivo al Covid-19. Come puoi immaginare, il suo decesso ha riacceso le polemiche sul sovraffollamento delle carceri.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.