Screen width of at least 320px is required!

6 February 2020

Episode #369

30 January 2020

Episode #368

23 January 2020

Episode #367

16 January 2020

Episode #366

9 January 2020

Episode #365

2 January 2020

Episode #364

26 December 2019

Episode #363

19 December 2019

Episode #362

12 December 2019

Episode #361

Speed 1.0x
/

Introduction

Romina: È giovedì 9 gennaio 2020. Benvenuti al nostro programma settimanale News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Ciao Stefano. Bentornato!
Stefano: Grazie Romina! Un saluto a tutti!
Romina: Nella prima parte del nostro programma discuteremo di alcune delle notizie internazionali più importanti, avvenute questa settimana. Inizieremo con la devastante diffusione dei terribili incendi, che continuano a colpire l’Australia. Subito dopo, vi parleremo delle crescenti tensioni tra Iran e Stati Uniti, dopo l’uccisione del leader militare iraniano Qasem Soleimani, avvenuta la scorsa settimana. Poi, discuteremo di un rapporto, pubblicato sul New England Journal of Medicine, sui possibili benefici del digiuno a intermittenza. Infine, per concludere questa prima parte del programma, vi racconteremo di Georges Duboeuf, un produttore di vino francese, noto come “il papa di Beaujolais”, morto sabato all’età di 86 anni.
Stefano: Grazie, Romina. Nella seconda parte del programma, invece, ci occuperemo di notizie italiane.
Romina: Giusto! Nel segmento Trending in Italy, vi parleremo dell’evacuazione più grande mai organizzata in Italia, dopo il ritrovamento a Brindisi, in Puglia, di una bomba inesplosa della Seconda guerra mondiale. Poi, vi racconteremo della preoccupazione delle signore, che producono a mano le famose orecchiette pugliesi per i controlli che le autorità locali hanno cominciato a fare nei ristoranti di Bari.
Stefano: Ottima scelta di argomenti, Romina! Iniziamo!
Romina: Certo! Diamo subito un’occhiata alle notizie internazionali!
9 January 2020
Proclamato lo stato di emergenza in Australia per gli incendi

Ormai da diversi mesi, in Australia si stanno diffondendo imponenti incendi in tutto lo stato di Victoria e del Nuovo Galles del Sud, in cui le autorità hanno ufficialmente dichiarato lo stato d’emergenza e stanno procedendo all’evacuazione di migliaia di persone. Gli incendi sono principalmente dovuti a cause naturali, come la siccità, le temperature elevate e fulmini che colpiscono la vegetazione secca delle foreste. Le autorità australiane hanno, però, incriminato alcune persone per aver deliberatamente appiccato degli incendi.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

9 January 2020
Sale la tensione per l’uccisione del capo militare iraniano ad opera degli Stati Uniti
saeediex / Shutterstock.com

La scorsa settimana le forze armate degli Stati Uniti hanno ucciso Qasem Soleimani, uno degli ufficiali militari più importanti dell’Iran, colpendolo con un missile lanciato da un drone nei pressi dell’aeroporto di Baghdad. Il Presidente Trump ha ordinato l’attacco, sostenendo che Soleimani stava pianificando un attacco contro un obiettivo americano. Soleimani era un generale maggiore iraniano delle Guardie della Rivoluzione Islamica.

L’assassinio ha aumentato le tensioni in Iran, in Medio Oriente e anche altrove. L’Iran ha dichiarato che ci saranno “pesanti rappresaglie” nei confronti degli St

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

9 January 2020
Uno studio suggerisce che digiunare a intermittenza potrebbe allungare la vita.

Un articolo, pubblicato il 26 dicembre sulla rivista New England Journal of Medicine, sostiene che il digiuno intermittente ha numerosi benefici per la salute, tra cui la perdita di peso, la diminuzione della pressione sanguigna e, forse, un allungamento dell’aspettativa di vita. Per digiuno intermittente si intende un periodo di 16-18 ore continuative senza assumere cibo, oppure mangiare meno di 500 calorie per due giorni a settimana.

L’articolo, scritto da Rafael De Cabo e Mark Mattson, ha preso in considerazione studi passati su topi e uomini, riscontrando che il digiuno intermittente potre

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

9 January 2020
Georges Duboeuf, il “Papa del Beaujolais”, si spegne a 86 anni.
michusa / Shutterstock.com

Georges Duboeuf, noto per la sua instancabile dedizione al vino “Beaujolais Nouveau” fino a guadagnarsi il soprannome di “Papa del Beaujolais”, è spirato sabato scorso in seguito a un ictus, all’età di 86 anni.

Negli anni Ottanta, Duboeuf ha promosso i festival del Beaujolais, frequentati da molte star del cinema. Per celebrare ogni nuova annata del famoso vino, ha perfino creato il giorno del Beaujolais Nouveau.

La sua attività ha contribuito a trasformare il Beaujolais da vino locale a fenomeno mondiale. Nel 1964, Duboeuf aprì l’enoteca che porta il suo nome, da subito famosa per applicare a

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

9 January 2020
Bomba a Brindisi, la più grande evacuazione della storia d’Italia

Romina: Domenica 15 dicembre si è svolta a Brindisi, in Puglia, la più grande evacuazione della storia del nostro Paese, a causa delle operazioni di disinnesco di una bomba della Seconda guerra mondiale. Come ha riportato la stampa italiana in quei giorni, l’ordigno bellico inesploso era stato rinvenuto il 2 novembre, durante le operazioni di scavo per la costruzione di nuove sale del cinema Andromeda, che hanno richiesto l’impiego di un escavatore, che accidentalmente ha toccato e danneggiato la spoletta d’innesco dell’ordigno. Condizione, che ha reso la bomba molto pericolosa e ha spinto le autorità a prendere misure di sicurezza speciali.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

9 January 2020
 I controlli ai ristoranti di Bari spaventano le “signore delle orecchiette”
Eyesonmilan / Shutterstock.com

Romina: Domenica 8 dicembre il New York Times ha pubblicato un lungo articolo sulle celeberrime “orecchiette” delle signore dell’antico borgo di Bari Vecchia. Parliamo della pasta prodotta dalle sapienti mani delle nonnine baresi, che lavorano la farina su caratteristici banchetti in legno allestiti all’aperto, davanti alla porta di casa. Il celebre quotidiano statunitense, attraverso la penna del giornalista Jason Horowitz, ha raccontato il caso del sequestro di tre chili di orecchiette fresche da parte della polizia municipale in un ristorante del centro a fine novembre e il panico sorto tra i vicoli dell’antico borgo in seguito alla circolazione della notizia. Molte anziane signore baresi, infatti, hanno visto l’intervento della polizia come una minaccia alla propria attività.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.