Screen width of at least 320px is required!

27 February 2020

Episode #372

20 February 2020

Episode #371

13 February 2020

Episode #370

6 February 2020

Episode #369

30 January 2020

Episode #368

23 January 2020

Episode #367

16 January 2020

Episode #366

9 January 2020

Episode #365

2 January 2020

Episode #364

Speed 1.0x
/

Introduction

Romina: È giovedì 30 gennaio 2020. Benvenuti al nostro programma settimanale, News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Oggi condurrò il programma con Valentina.
Valentina: Ciao Romina! Un saluto a tutti!
Romina: Nella prima parte del nostro programma, discuteremo di alcune delle notizie internazionali più importanti di questa settimana. Cominceremo con la commemorazione del settantacinquesimo anniversario della liberazione di Auschwitz. Subito dopo, commenteremo la decisione del governo britannico di permettere a Huawei di partecipare alla realizzazione della propria rete 5G. Poi, parleremo del tentativo di un gruppo di scienziati di riprodurre la voce di una mummia egizia di 3000 anni. Infine, vi racconteremo di Olga Lyubimova, il nuovo ministro russo della Cultura, che ha ammesso di avere una profonda avversione per tutte le forme d’arte.
Valentina: Grazie, Romina. Di cosa parleremo poi?
Romina: Nella seconda parte del programma, nel segmento Trending in Italy, parleremo di notizie, che riguardano l’Italia. Inizieremo con il Forum internazionale sull’Olocausto, svoltosi a Gerusalemme, durante il quale il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato il prezioso contributo, che la senatrice Liliana Segre, sopravvissuta ai campi di sterminio nazista, ha reso all’Italia. Poi, vi racconteremo dell’ambizioso progetto del piccolo comune sardo di Fluminimaggiore, che punta a essere il primo villaggio per anziani di tutta Europa.
Valentina: Eccellente scelta di argomenti, Romina!
Romina: Grazie, Valentina. Diamo il via alla trasmissione con le notizie internazionali!
30 January 2020
Il mondo ricorda il 75esimo anniversario della liberazione di Auschwitz
Grabowski Foto / Shutterstock.com

Lunedì, in tutto il mondo si sono tenute celebrazioni, per ricordare la liberazione del campo di concentramento, divenuto il simbolo dell’orrore dello sterminio degli ebrei nella cosiddetta soluzione finale, messa in atto dalla Germania nazista. Oltre sei milioni di ebrei trovarono la morte per mano di quel regime criminale.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

30 January 2020
Gran Bretagna pronta a collaborare con Huawei per la realizzazione della rete 5G
NYCStock / Shutterstock.com

Martedì, il governo britannico ha annunciato che il colosso cinese Huawei, leader mondiale nella tecnologia 5G, potrà partecipare alla realizzazione della velocissima rete wireless di nuova generazione in Gran Bretagna. La decisione è stata presa, nonostante la minaccia americana di ripercussioni sui commerci e i rapporti di intelligence tra Stati Uniti e Inghilterra e dopo numerose discussioni sul possibile pericolo per la sicurezza, rappresentato dalla compagnia cinese.

Il governo britannico ha anche dichiarato, però, che Huawei sarà esclusa dalle aree ritenute critiche per la sicurezza. Il

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

30 January 2020
Scienziati replicano la voce di un sacerdote egiziano, vissuto 3000 anni fa
Kwanchanog Noiinwong / Shutterstock.com

Alcuni ricercatori della Royal Holloway dell’Università di Londra, dell’università di York e del museo di Leeds sono riusciti a riprodurre la voce di una mummia egiziana di 3 mila anni, appartenente al sacerdote Nesyamun, costruendo un modello in 3-D della sua laringe. Lo studio è stato pubblicato il 23 gennaio sulla rivista Scientific Reports.

Nesyamun, la cui mummia è ora in esposizione al museo di Leeds, era un sacerdote del tempio di Amun a Tebe, vissuto tra il 1.099 e il 1.069 a.C e morto circa all’età di 50 anni. Si suppone che, come ogni sacerdote, anche Nesyamun fosse dotato di una voce

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

30 January 2020
L’amore per l’arte del nuovo ministro della Cultura russo è in discussione
Anton_Ivanov / Shutterstock.com

Il nuovo ministro della cultura russo, la trentanovenne Olga Lyubimova, è stata fortemente criticata per alcune discutibili opinioni espresse su diversi blog nel 2008. Lyubimova è parte del nuovo governo, guidato dal Primo ministro Mikhail Mishustin. In uno dei blog, ha confessato di odiare mostre, musei, l’opera, il balletto e la musica classica. Inoltre, avrebbe anche scritto commenti dispregiativi nei confronti della maggior parte dei documentari e del cinema d’avanguardia.

Lyubimova si è laureata in giornalismo all’Università Statale di Mosca, e ha lavorato principalmente per la televisi

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

30 January 2020
Forum internazionale sull’Olocausto, il Presidente Mattarella elogia Liliana Segre
Roman Yanushevsky / Shutterstock.com

Romina: Lo scorso 23 gennaio si è svolto al Museo di Yad Vashem di Gerusalemme il forum internazionale sull’Olocausto, organizzato in occasione della decorrenza del 75esimo anniversario della liberazione di Auschwitz. Oltre 40 capi di Stato hanno partecipato all’evento, tra cui il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Matterella. Secondo un articolo del giornale online di Rai News, pubblicato lo scorso 23 gennaio, durante un colloquio con il Presidente israeliano, Reuven Rivlin, Mattarella ha detto che l’Italia ha contribuito a scrivere “una pagina nera particolarmente grave” dell’Olocausto, ricordando tra le altre cose le leggi razziali.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

30 January 2020
Fluminimaggiore punta a diventare il primo villaggio diffuso per anziani di tutta Europa
Zoltan Tarlacz / Shutterstock.com

Romina: Lo scorso 15 maggio il Corriere della Sera ha pubblicato un interessante articolo su Fluminimaggiore, un paesino nel sud ovest della Sardegna di tremila abitanti, che ambisce a diventare un paradiso per i pensionati. Stando al promotore del progetto, il sindaco del comune Marco Corrias, Fluminimaggiore sta lavorando, per trasformarsi da antica terra di miniere a luogo di elezione per gli ultra settantacinquenni d’Italia. L’idea è quella di sfruttare le proprie risorse agroalimentari, climatiche, e naturalistiche, per attirare pensionati da tutta Europa, con la promessa che, chi verrà a vivere in quel territorio, godrà di una vita gradevole, spassosa e soprattutto sana. Il paesino si trova, infatti, tra colline e mare, immerso nei boschi e in prossimità di paesaggi mozzafiato.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.