Screen width of at least 320px is required!

5 March 2020

Episode #373

27 February 2020

Episode #372

20 February 2020

Episode #371

13 February 2020

Episode #370

6 February 2020

Episode #369

30 January 2020

Episode #368

23 January 2020

Episode #367

16 January 2020

Episode #366

9 January 2020

Episode #365

Speed 1.0x
/

Introduction

Romina: È giovedì 6 febbraio 2020. Benvenuti al nostro appuntamento settimanale con News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori. Ciao, Stefano!
Stefano: Ciao, Romina! Un saluto a tutti!
Romina: Nella prima parte del programma ci occuperemo di alcune delle notizie internazionali più importanti della settimana. Inizieremo, commentando l’uscita ufficiale del Regno Unito dall’Unione europea. Subito dopo, parleremo delle reazioni del mondo al piano di pace per il Medio oriente del Presidente Trump. Poi, parleremo della risoluzione del Parlamento europeo, che mira a indurre le compagnie tecnologiche a utilizzare lo stesso tipo di caricabatterie per i propri dispositivi. Per finire, discuteremo delle reazioni della comunità internazionale alle numerose nomination ai Césars, ricevute dal regista Roman Polanski.
Stefano: Molto bene, Romina. Nella seconda parte della trasmissione, nel segmento Trending in Italy, discuteremo di alcune delle più importanti notizie italiane.
Romina: Questa settimana, parleremo della bufera mediatica, che ha investito l’assessorato regionale alla Salute della Sicilia, accusato di aver realizzato una campagna pubblicitaria sessista. Poi, ci occuperemo della controversa sentenza della Corte d’Appello di Torino, che ha stabilito il nesso tra l’utilizzo dei telefoni cellulari e il tumore all’orecchio.
Stefano: Ottima scelta di argomenti, Romina.
Romina: Iniziamo la trasmissione con le notizie internazionali.
6 February 2020
Il Regno Unito non fa più parte dell’Unione europea

Lo scorso 31 gennaio alle ore 23 di Greenwich, il Regno Unito ha lasciato ufficialmente l’Unione europea, quattro difficili e incerti anni dopo il referendum sulla Brexit del 2016, durante il quale il 52 per cento dei votanti si espresse a favore dell’uscita dall’Europa. La stessa sera, durante il suo discorso alla nazione, il Primo Ministro, Boris Johnson, ha promesso ai britannici l’alba di una “nuova era”.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

6 February 2020
Il piano di pace di Trump per il Medio Oriente suscita reazioni negative in tutto il mondo
Abed Rahim Khatib / Shutterstock.com

Il piano di pace per il Medio Oriente, conosciuto anche come il piano di pace di Trump, sembra essere destinato a non realizzarsi mai, dopo le forti critiche ricevute da paesi e dalle organizzazioni di tutto il mondo. Lo scorso 28 gennaio, durante una conferenza stampa, il presidente Trump ha presentato il suo piano insieme al contestato Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu. I delegati palestinesi, invece, non sono stati invitati.

Il piano, sviluppato da Jared Kushner, genero di Trump, si focalizza essenzialmente sulla sicurezza di Israele, invece che sull’autodeterminazione dei palest

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

6 February 2020
Il Parlamento Europeo approva una risoluzione per un caricabatterie universale

Giovedì scorso, i parlamentari europei hanno approvato a stragrande maggioranza una risoluzione, che potrebbe imporre alle aziende hi-tech di produrre dispositivi compatibili con una tecnologia di ricarica universale, comune a tutte le case produttrici e utilizzabile per tutti gli apparecchi elettronici, come i telefoni cellulari, i lettori e-book e i computer portatili. Si ritiene che la commissione europea proporrà una legislazione più stringente a questo riguardo entro la fine di luglio di quest’anno.

La risoluzione in questione ha anche come obiettivo quello di trovare soluzioni legislative

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

6 February 2020
Le nomination di Polanski ai Césars suscitano numerose proteste
Denis Makarenko / Shutterstock.com

Il regista franco polacco, Roman Polanski, ha ricevuto 12 nomination ai Césars, l’equivalente francese degli Oscar, per il suo ultimo lavoro cinematografico “L’ufficiale e la spia”, suscitando numerose polemiche in tutto il mondo. Polanski, infatti, è stato condannato nel 1977 per gli abusi perpetrati ai danni di una tredicenne e per numerose altre accuse di stupro.

Nel 1977, dopo aver ammesso di aver avuto “rapporti sessuali Illegali” con l’allora tredicenne Samantha Geiger, Polanski trascorse 42 giorni in prigione, prima di fuggire dagli Stati Uniti, per timore che il giudice rigettasse l’acc

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

6 February 2020
Polemiche sulla campagna contro l’abuso di alcol della Regione Sicilia

Romina: Hai letto della bufera mediatica che nei giorni scorsi ha investito l’assessorato regionale alla Salute della Sicilia, accusato di aver realizzato una sgradevole campagna pubblicitaria contro l’abuso di alcol fra le donne?
Stefano: Ti confesso di non sapere nulla di questa vicenda.
Romina: Stando a quanto raccontato da numerosi giornali, lo scorso 13 gennaio, l’assessorato alla Salute aveva pubblicato sul sito istituzionale “Costruire la Salute” l’immagine di una donna a mezzo busto, con occhi chiusi e capelli neri all’insù, e due coppe di vino rosso incrociate a formare un seno prosperoso e scollato. Il tutto accompagnato da una didascalia in cui si chiede: “Quali sono le dosi giuste di alcol per la donna?”

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

6 February 2020
La Corte di Appello di Torino stabilisce il nesso tra l’uso del cellulare e l’insorgenza dei tumori

Stefano: Un paio di settimane fa, i giornali hanno dato ampio rilievo alla notizia della decisione della Corte d’Appello di Torino di confermare la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Ivrea, che, nell’aprile 2017, aveva condannato l’Inail a corrispondere a un dipendente Telecom una rendita vitalizia da malattia professionale, per aver contratto il cancro a causa dell’eccessivo uso del telefonino. La decisione del tribunale piemontese ha sancito, quindi, l’esistenza di un nesso tra l’uso prolungato e scorretto del telefono cellulare e alcune forme di tumore al cervello, come il neurinoma dell’acustico. Secondo un articolo del giornale Il Post, pubblicato lo scorso 14 gennaio, questa sentenza ha aperto un enorme dibattito nel Paese.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.