Screen width of at least 320px is required!

26 March 2020

Episode #376

19 March 2020

Episode #375

12 March 2020

Episode #374

5 March 2020

Episode #373

27 February 2020

Episode #372

20 February 2020

Episode #371

13 February 2020

Episode #370

6 February 2020

Episode #369

30 January 2020

Episode #368

Speed 1.0x
/

Introduction

Romina: È giovedì 27 febbraio 2020. Benvenuti al nostro programma settimanale, News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Ciao Mario.
Mario: Ciao, Romina! Un saluto a tutti!
Romina: Nella prima parte del nostro programma, discuteremo di alcune delle più importanti notizie internazionali di questa settimana. Inizieremo con l’avvertimento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha invitato i paesi a prepararsi per un’eventuale pandemia da coronavirus. Subito dopo, vi racconteremo della decisione del consiglio comunale di Praga di cambiare il nome della piazza, situata di fronte all’ambasciata russa, intitolandola al dissidente russo assassinato Boris Nemtsov. Poi, vi racconteremo di uno studio, secondo il quale la scienza può guarire un cuore spezzato, alleviandone i disturbi fisici e psicologici. Per finire, discuteremo della controversa decisione, presa dall’amministrazione cittadina di Berlino di congelare gli affitti di un milione e mezzo di abitazioni.
Mario: Eccellente! Nella seconda parte della trasmissione, nel segmento Trending in Italy, parleremo di alcune importanti notizie italiane.
Romina: Vi racconteremo del MOSE, il progetto di ingegneria civile e idraulica, pensato per proteggere Venezia dall’alta marea, ma mai entrato in funzione. Subito dopo vi racconteremo del “giornale sospeso”, una bella iniziativa promossa da un’edicolante di Torino.
Mario: Grazie, Romina.
Romina: Iniziamo subito la puntata con le notizie internazionali!
27 February 2020
L’Organizzazione Mondiale della Sanità avverte i paesi del mondo di prepararsi a una possibile pandemia

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che tutti i paesi dovrebbero prepararsi ad affrontare una possibile pandemia da coronavirus. Si definisce pandemia, un’epidemia che si diffonde rapidamente da persona a persona in tutto il mondo. Nonostante l’OMS abbia avvertito che è ancora troppo presto, per definire la situazione attuale come una pandemia, molti esperti sostengono che il mondo è sull’orlo di una pandemia, o c’è già dentro.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

27 February 2020
Praga rinomina la piazza di fronte all’ambasciata russa, intitolandola a Boris Nemtsov
Olga.Sh / Shutterstock.com

Lunedì, il consiglio comunale di Praga ha votato a favore della ridenominazione della piazza, nota come “Sotto le Castagne”, in cui si trova l’ambasciata russa, in “Piazza Boris Nemtsov”.

Boris Nemtsov è stato un noto dissidente russo e una delle voci più critiche del Presidente Putin. Il 27 febbraio del 2017, mentre camminava nel centro di Mosca con la sua ragazza, è stato raggiunto da un colpo di pistola alla schiena. Cinque uomini ceceni sono stati condannati per l’omicidio e ora stanno scontando una pena detentiva. I mandanti dell’omicidio, però, non sono mai stati identificati, né consegna

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

27 February 2020
La scienza può guarire un cuore spezzato?

È risaputo che una rottura traumatica può scatenare un’ampia gamma di disturbi fisici e psicologici, che vanno dalla nausea, all’insonnia, fino alla depressione clinica. Nei casi più estremi, la sindrome da cuore infranto, ossia quando il cuore di una persona smette di pompare il sangue correttamente dopo un trauma emotivo, può portare fino alla morte.

Nel corso dello scorso anno, sono state messe a disposizione del pubblico delle applicazioni come Mend, Rx Breakup e Break-up Boss, che promettono aiuto, consigli e distrazioni, per alleviare il dolore di una delusione amorosa. Oltre agli eserci

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

27 February 2020
Berlino inizia a congelare gli affitti per un milione e mezzo di abitazioni
ESB Professional / Shutterstock.com

A partire da questa domenica, Berlino ha deciso di congelare gli affitti di un milione e mezzo di appartamenti per i prossimi cinque anni. La controversa mossa è stata pensata per frenare l’aumento esponenziale dei canoni d’affitto, che negli ultimi anni ha costretto molte persone a spostarsi fuori dalla capitale tedesca. Berlino è la prima città in Germania a mettere un tetto agli affitti. La legge, però, ha suscitato molte proteste ed è stata portata in tribunale dai suoi detrattori.

Il provvedimento, valido per gli appartamenti costruiti prima del 2014, dovrebbe bloccare l’ammontare del cano

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

27 February 2020
MOSE potrebbe entrare in funzione già dal prossimo giugno
Stefano Mazzola / Shutterstock.com

Romina: Lo scorso 22 gennaio, i commissari del Consorzio Venezia Nuova, un'unione di imprese e cooperative locali e nazionali, ha dichiarato che il MOSE, il sistema di dighe mobili, ideato per la difesa di Venezia e della sua laguna dall’acqua alta, potrebbe entrare in funzione già a partire dal prossimo giugno. Il quotidiano Il Gazzettino, però, ha rivelato che il suo utilizzo sarà limitato solo a maree alte oltre i 140 centimetri.
Mario: Immagino che questa notizia avrà fatto felici gli abitanti di Venezia, che saranno impazienti di vederlo finalmente in azione. Soprattutto, dopo il devastante allagamento dello scorso novembre, quando l’acqua alta ha raggiunto il livello di 187 centimetri.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

27 February 2020
Giornale sospeso, l’iniziativa benevola per promuovere cultura e informazione
bellena / Shutterstock.com

Mario: Lo scorso 4 febbraio, il giornale Repubblica ha parlato dell’interessante iniziativa del “giornale sospeso”, lanciata da un’edicolante di Torino, con l’obiettivo di diffondere la cultura e l’informazione anche tra le persone in difficoltà economica. L’idea si ispira alla celebre tradizione napoletana del “caffè sospeso”, iniziata durante la Seconda Guerra Mondiale quando in città regnava fame e povertà e la gente più abbiente aveva preso l’abitudine di pagare, oltre al proprio caffè, anche quello per qualcuno che non se lo poteva permettere.
Romina: Le persone che vanno in edicola, quindi, per acquistare un giornale o una rivista, la pagano il doppio per dare la possibilità a qualcuno che non se lo può permettere di averne una copia. Dico bene?

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.