Screen width of at least 320px is required!

9 April 2020

Episode #378

2 April 2020

Episode #377

26 March 2020

Episode #376

19 March 2020

Episode #375

12 March 2020

Episode #374

5 March 2020

Episode #373

27 February 2020

Episode #372

20 February 2020

Episode #371

13 February 2020

Episode #370

Speed 1.0x
/

Introduction

Mario: È giovedì 12 marzo 2020. Benvenuti al nostro programma settimanale News in Slow Italian! Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Ciao Renzo.
Renzo: Ciao, Mario! Un saluto a tutti!
Mario: Nella prima parte del nostro programma, discuteremo di alcune delle notizie internazionali più importanti. Inizieremo con la decisione del Primo ministro italiano, Giuseppe Conte, di mettere in isolamento tutto il Paese, per cercare di contenere il diffondersi del coronavirus. Subito dopo, parleremo della guerra del petrolio tra Russia e Arabia Saudita e delle conseguenze che sta avendo sul mercato globale. Poi, discuteremo i risultati di una relazione, redatta da alcuni climatologi sulle temperature da record che l’Europa ha avuto durante questo inverno. Per finire, vi racconteremo di una millenaria statua sacra dell’isola di Pasqua, distrutta da un pickup.
Renzo: Grazie, Mario. Nella seconda parte della trasmissione ci dedicheremo al segmento Trending in Italy.
Mario: Parleremo del progetto del comune di Braies che mira a porre un freno al fenomeno del turismo giornaliero. Subito dopo, vi racconteremo delle proteste, nate per la decisione del direttore degli Uffizi, di prestare alle Scuderie del Quirinale il famoso ritratto di Leone X, dipinto da Raffaello.
Renzo: Molto bene, Mario! Iniziamo!
Mario: Grazie, Renzo. Diamo subito un’occhiata alle notizie internazionali.
12 March 2020
Tutta Italia in isolamento, per prevenire il diffondersi del coronavirus
MikeDotta / Shutterstock.com

Lunedì, il Primo ministro italiano, Giuseppe Conte, ha messo in isolamento tutto il Paese e i suoi 60 milioni di abitanti, nel tentativo di contenere il diffondersi dell’epidemia di coronavirus COVID-19. Inizialmente erano state isolate solo la Lombardia e altre 19 province nel nord Italia, ma quando migliaia di persone sono state viste scappare al sud per non rimanere bloccate dal decreto, i provvedimenti di contenimento sono stati estesi a tutto il Paese.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

12 March 2020
La guerra del petrolio tra Russia e Arabia Saudita fa crollare il mercato

Durante il fine settimana è scoppiata una guerra dei prezzi del petrolio tra Russia e Arabia Saudita, che ha fatto crollare le borse di tutto il mondo. Il crollo dei prezzi del petrolio e l’emergenza globale del coronavirus hanno portato al più grande crollo di Wall Street dal 2008. Lunedì, l’indice azionario Dow Jones Industrial Average ha perso più di 2.000 punti.

La crisi del petrolio è il risultato di un drastico calo della domanda in Asia, come risultato di una ridotta attività economica, dovuta al coronavirus. Lo scorso mese, alcune raffinerie cinesi hanno tagliato la richiesta di petroli

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

12 March 2020
Quest’inverno è stato il più caldo mai registrato in Europa

Secondo un rapporto, pubblicato lo scorso 4 marzo dal Copernicus Climate Change Service, quello di quest’anno è stato l’inverno più caldo mai registrato in Europa, da quando hanno iniziato a raccogliere i dati. Le temperature registrate tra dicembre 2019 e febbraio 2020 sono state in media 3,4 gradi Celsius più elevate, rispetto al periodo 1981-2020; e 1,6 gradi C più alte dell’inverno 2015-2016. Il mese di febbraio, con solo 0,1 gradi C in meno rispetto al febbraio 2015-2016, è stato anche il secondo mese invernale più caldo, registrato a livello globale.

Il caldo record di questo inverno ha c

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

12 March 2020
Un pickup distrugge una delle statue sacre dell’Isola di Pasqua

Lo scorso Primo marzo, un camioncino parcheggiato è rotolato giù da una collina, andando a schiantarsi contro una delle millenarie statue dell’Isola di Pasqua. L’incidente sarebbe stato causato da un guasto ai freni della vettura. Il proprietario del mezzo, un cileno che vive sull’isola, è stato arrestato con l’accusa di aver danneggiato un monumento nazionale. Il pickup si è schiantato contro un “ahu”, il piedistallo di pietra su cui poggiano i Moai, causando un danno incalcolabile. I Moai sono le celebri statue monolitiche, che hanno reso famosa l’isola di Pasqua. Sparsi per l’isola ce ne so

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

12 March 2020
Il Lago di Braies pensa di porre un freno al turismo giornaliero
MoLarjung / Shutterstock.com

Mario: Qualche settimana fa, la stampa italiana ha diffuso la notizia che tre imprenditori altoatesini hanno convocato la popolazione del comune di Braies, dove si trova un piccolo lago alpino di rara bellezza, per discutere un piano in grado di ridurre il numero di visitatori e, soprattutto, mettere un freno al fenomeno del turismo giornaliero. Mi riferisco a quelle persone, che arrivano in prossimità del lago con le proprie auto, passano un paio di ore a divertirsi e poi ripartono, creando lunghi incolonnamenti, rumore e inquinamento. Il lago di Braies è uno dei gioielli naturali della Val Pusteria, in provincia di Bolzano, un luogo di rara bellezza, che andrebbe tutelato. Per questo la notizia che alcuni imprenditori intendano regolare il flusso turistico ha scaturito un dibattito ormai molto familiare.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

12 March 2020
Polemiche per il Raffaello in prestito al Quirinale

Mario: Sapevi che quest’anno cade il cinquecentesimo anniversario della morte del pittore rinascimentale Raffaello Sanzio? Per l’occasione, le Scuderie del Quirinale di Roma hanno organizzato una grande mostra, in cui si potranno ammirare oltre duecento capolavori tra disegni, dipinti, arazzi, progetti architettonici dell’urbinate. La rassegna, intitolata “Raffaello 1520-1483” ha aperto le porte al pubblico lo scorso 5 marzo e chiuderà il prossimo 2 giugno. Come puoi immaginare, l’evento ha creato moltissima attesa tra gli appassionati di arte, tanto che con la prevendita online sono stati venduti oltre 60 mila biglietti. Non sono mancate anche le polemiche...

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.