Screen width of at least 320px is required!

11 December 2019

Episode #213

4 December 2019

Episode #212

27 November 2019

Episode #211

20 November 2019

Episode #210

13 November 2019

Episode #209

6 November 2019

Episode #208

30 October 2019

Episode #207

23 October 2019

Episode #206

16 October 2019

Episode #205

Speed 1.0x
/
Cari ascoltatori, benvenuti a questo nuovo appuntamento con il nostro programma! Io sono Mario e oggi è mercoledì 13 novembre. Cominciamo subito la puntata odierna parlando dei risultati delle elezioni politiche spagnole, indette domenica scorsa per la quarta volta in quattro anni.

Dopo il voto di domenica, la Spagna rimane in una fase di stallo politico

13 November 2019
Dopo il voto di domenica, la Spagna rimane in una fase di stallo politico
Manuel Esteban / Shutterstock.com

Domenica 10 novembre per la seconda volta in meno di un anno e la quarta negli ultimi quattro anni, gli Spagnoli, con un’affluenza del 69 per cento in calo di 6 punti rispetto al voto dello scorso 28 aprile, hanno votato per eleggere un nuovo parlamento.

Le elezioni erano state convocate dal Primo ministro uscente Pedro Sanchez, leader del Partito Socialista (PSOE), dopo il mancato raggiungimento di un accordo per la creazione di un’alleanza di governo con il partito di sinistra radicale Podemos, guidato da Pablo Iglesias.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Trasferiamoci adesso in Scozia, precisamente a Glasgow, dove circa dieci giorni fa si è svolta una grande manifestazione a favore dell’indipendenza dal Regno Unito.

Gli scozzesi in piazza a Glasgow per l’indipendenza

13 November 2019
Gli scozzesi in piazza a Glasgow per l’indipendenza
andziare / Shutterstock.com

Sabato 2 novembre, oltre 20mila persone, sventolando migliaia di vessilli azzurri con la croce di Sant’Andrea bianca, frammiste a bandiere stellate dell’UE, hanno sfilato per le strade di Glasgow per chiedere l’indipendenza della Scozia dal Regno Unito e ribadire la contrarietà a seguire la Gran Bretagna nell’avventura della Brexit .

Alla manifestazione ha partecipato anche Nicola Sturgeon, leader dello Scottish National Party (SNP) e primo ministro scozzese, che ha promesso agli elettori di voler far approvare una legge, per ottenere un secondo referendum indipendentista, dopo il fallimento d

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Passiamo adesso alle notizie italiane. La scorsa settimana il ministro dell’Istruzione. Lorenzo Fioramonti ha rivelato che l’Italia sarà il primo Paese al mondo a rendere obbligatorio nelle scuole pubbliche lo studio del cambiamento climatico.

In Italia nelle scuole pubbliche sarà obbligatorio lo studio dei cambiamenti climatici

13 November 2019
In Italia nelle scuole pubbliche sarà obbligatorio lo studio dei cambiamenti climatici
Alexandros Michailidis / Shutterstock.com

Il prossimo anno l’Italia sarà il primo Paese al mondo a rendere obbligatorio in tutte le scuole pubbliche lo studio del cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile.

Dopo aver esposto il progetto davanti alla commissione cultura congiunta di Camera e Senato, il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, lo ha spiegato anche in un’intervista, rilasciata ad alcuni giornalisti dell’agenzia di stampa britannica Reuters, pubblicata martedì 5 novembre sul sito italiano dell’agenzia.

Nelle scuole italiane, attualmente, l’educazione ambientale è una materia facoltativa. A partire da settembre

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Parliamo adesso del gesto di stizza di Mario Balotelli durante un incontro di calcio. Un fatto che ha riacceso il dibattito sul problema del razzismo all’interno degli stadi italiani.

A Verona, tifosi insultano Mario Balotelli ed esplode la polemica

13 November 2019
 A Verona, tifosi insultano Mario Balotelli ed esplode la polemica
LivePhotoSport.it / Shutterstock.com

Domenica 3 novembre, allo stadio Bentegodi di Verona, si è disputata la partita tra Hellas Verona e Brescia. Al 54esimo minuto di gioco, mentre la squadra di casa era in vantaggio per un goal a zero, una parte della tifoseria locale ha iniziato a prendere di mira il calciatore del Brescia Mario Balotelli con cori razzisti.

Quest’ultimo, stufo e ferito da quegli insulti, ha reagito con veemenza, calciando il pallone verso il settore da dove erano piovuti gli insulti.

Il fatto è stato riportato da molti organi di stampa italiana e internazionale, come il giornale britannico The Guardian, che lune

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Terminiamo la puntata di oggi con una notizia positiva, ovvero quella della conferma alla guida del CERN di Ginevra della scienziata italiana Fabiola Gianotti.

Fabiola Gianotti riconfermata alla guida del CERN di Ginevra

13 November 2019
Fabiola Gianotti riconfermata alla guida del CERN di Ginevra
EQRoy / Shutterstock.com

La fisica italiana Fabiola Gianotti è stata riconfermata direttrice generale del CERN di Ginevra, il più grande laboratorio al mondo dedicato allo studio della fisica delle particelle. La notizia è stata diffusa con un tweet dal CERN, mercoledì 6 novembre.

La nomina della professoressa Gianotti sarà formalizzata il prossimo dicembre, durante la riunione del Consiglio del CERN. Il suo nuovo mandato quinquennale comincerà il primo gennaio del 2021.

La scelta di affidarsi ancora una volta alla direzione della scienziata italiana ha dello straordinario. Non era mai successo che un direttore del CERN

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.