Screen width of at least 320px is required!

13 November 2019

Episode #209

6 November 2019

Episode #208

30 October 2019

Episode #207

23 October 2019

Episode #206

16 October 2019

Episode #205

9 October 2019

Episode #204

2 October 2019

Episode #203

25 September 2019

Episode #202

18 September 2019

Episode #201

Speed 1.0x
/
Cari ascoltatori, benvenuti a questo nuovo appuntamento con il nostro programma! Io sono Romina e oggi è mercoledì 16 ottobre. Cominciamo subito la puntata odierna, parlando del ballottaggio delle elezioni presidenziali, che si sono svolte in Tunisia la scorsa domenica.

La Tunisia al ballottaggio sceglie il giurista Kaïs Saïed

16 October 2019

Domenica 13 ottobre i cittadini della Tunisia sono stati chiamati al voto per eleggere al ballottaggio il nuovo presidente della Repubblica. Stando a quanto riportato sul sito dell’università LUISS di Roma, che cita fonti della Commissione elettorale indipendente tunisina, sarebbero andati alle urne il 57,8% degli aventi diritto.

Tra i due sfidanti al ballottaggio, Kaïs Saïed ha avuto la meglio sul potente uomo d’affari Nabil Karoui, con una percentuale di consensi, che è andata oltre il 72%.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Passiamo adesso a parlare del premier etiope Abiy Ahmed Ali, premiato la scorsa settimana con il Nobel per la Pace.

Il premier etiope Abiy Ahmed Ali ha vinto il Nobel per la Pace

16 October 2019

Venerdì 11 ottobre, il Comitato per il Nobel norvegese ha annunciato di aver assegnato il premio Nobel per la Pace al Primo ministro dell’Etiopia, Abiy Ahmed Ali, per “i suoi sforzi nel raggiungere la pace e la cooperazione internazionale; e, in particolare, per le iniziative da lui avviate per risolvere il conflitto lungo il confine con l’Eritrea”.

Tra i favoriti di quest’anno per l’assegnazione dell’ambito riconoscimento c’erano anche Raoni Metuktire, leader indigeno brasiliano e figura emblematica della lotta alla deforestazione in Amazzonia, e Greta Thunberg, la sedicenne attivista del clim

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Andiamo adesso in Italia e parliamo della riforma costituzionale approvata dalla Camera la scorsa settimana sul taglio del numero dei parlamentari.

La Camera approva la legge costituzionale sul taglio dei parlamentari

16 October 2019
La Camera approva la legge costituzionale sul taglio dei parlamentari
Alexandros Michailidis / Shutterstock.com

Martedì 8 ottobre, la Camera ha approvato un disegno di legge costituzionale che riduce di un terzo il numero dei parlamentari. Dagli attuali 945 si passerà a soli 600 parlamentari. Secondo la legge, il numero di senatori scenderà da 315 a 200 e quello dei deputati da 630 a 400, per un taglio complessivo di 345 parlamentari.

La “riforma Fraccaro”, dal nome del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Conte bis, è stata fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle ed è stata votata alla Camera in larga maggioranza, con 553 voti favorevoli e solo 14 contrari.

Hanno votato a favore, d

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Passiamo adesso a un argomento che unisce il calcio alla tecnologia.

Telecamere e riconoscimento facciale contro il razzismo negli stadi

16 October 2019
Telecamere e riconoscimento facciale contro il razzismo negli stadi

Lunedì 23 settembre lo storico Teatro alla Scala di Milano ha ospitato il prestigioso Best FIFA Football Award, durante il quale il presidente della FIFA, Gianni Infantino, ha parlato anche dell'ennesimo episodio di razzismo avvenuto in uno stadio italiano.

Il giorno prima, infatti, a Bergamo nella partita tra Atalanta e Fiorentina, il difensore brasiliano Dalbert Henrique è stato oggetto di cori razzisti da parte della tifoseria atalantina.

La denuncia in diretta mondiale del presidente della FIFA ha acceso nuovamente i riflettori sulla Serie A e sul mondo del tifo organizzato italiano. Ciò ha

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Concludiamo la puntata odierna parlando del riconoscimento internazionale ricevuto dal Bosco Verticale di Milano, il quale è stato inserito nella lista dei 50 grattacieli più belli del Pianeta.

Il Bosco Verticale di Milano è uno dei grattacieli più belli del Pianeta

16 October 2019
Il Bosco Verticale di Milano è uno dei grattacieli più belli del Pianeta
Radu Bercan / Shutterstock.com

Mercoledì 9 ottobre, numerosi giornali italiani hanno diffuso la notizia che il Council on Tall Buildings and Urban Habitat ha inserito il Bosco Verticale di Milano nella lista dei 50 grattacieli più belli del Pianeta degli ultimi 50 anni.

Il Bosco Verticale, un complesso residenziale formato da due grattacieli alti, rispettivamente, 110 e 76 metri, è situato nell’area di Porta Nuova ed è il frutto di uno dei più radicali progetti di riqualificazione urbana.

Disegnati dall’architetto milanese Stefano Boeri e completati nel 2014, i due edifici si affacciano sulla Biblioteca degli Alberi di Milano

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.