Screen width of at least 320px is required!

5 December 2019

Episode #360

28 November 2019

Episode #359

21 November 2019

Episode #358

14 November 2019

Episode #357

7 November 2019

Episode #356

31 October 2019

Episode #355

24 October 2019

Episode #354

17 October 2019

Episode #353

10 October 2019

Episode #352

Speed 1.0x
/

Introduction

Romina: È giovedì 7 novembre 2019. Benvenuti al nostro appuntamento settimanale con News in Slow Italian! Un saluto a tutti! Ciao Stefano!
Stefano: Ciao Romina. Un saluto a tutti i nostri ascoltatori!
Romina: Oggi, inizieremo il programma, parlando della controversa idea del governo britannico di organizzare, dopo la Brexit, un festival di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, conosciuto anche come “festival della Brexit”. Poi, discuteremo della proclamazione dello stato di emergenza nazista a Dresda, in Germania. Subito dopo, vi racconteremo di due studi, i cui risultati mostrano che il morbillo può eliminare gli anticorpi, acquisiti attraverso altre malattie, causando una “amnesia immunologica”. Per finire, vi parleremo della decisione, presa dalla città di New York, di vietare la vendita di foie gras nei ristoranti e nei supermercati, a partire dal 2020.
Stefano: Sono tutte notizie davvero interessanti, Romina!
Romina: Grazie Stefano. La seconda parte della trasmissione, invece, sarà dedicata alla lingua e alla cultura italiana. Nel segmento dedicato alla grammatica vi spiegheremo l’uso dei verbi Conoscere e Sapere. Infine, concluderemo l’episodio di oggi con una nuova espressione della lingua italiana: Essere/andare nel pallone.
Stefano: Perfetto, Romina! Ci sono altri annunci da fare?
Romina: Direi di no…
Stefano: Allora, che cosa aspettiamo? Diamo il via alla trasmissione!
Romina: Certo, Stefano! Su il sipario!
7 November 2019
Il governo del Regno Unito rilancia i piani per un festival post Brexit
Oxford_shot / Shutterstock.com

Il governo di Boris Johnson ha riproposto i piani per organizzare il controverso festival di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dopo l’uscita dall’Unione europea, che i detrattori hanno soprannominato il “festival della Brexit”. La manifestazione, i cui costi dovrebbero aggirarsi intorno a 120 milioni di sterline, dovrebbe avere luogo nel 2022. Il governo spera, così, di mostrare al mondo “la forza del Regno Unito nella creatività e nell’innovazione” con un programma ricco di arte, cultura e tecnologia.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

7 November 2019
Dresda proclama lo stato di “emergenza nazista”
Foto-berlin.net / Shutterstock.com

Il consiglio comunale di Dresda, città tedesca capoluogo della Sassonia, con 39 voti a favore e 29 contrari, ha approvato una mozione per dichiarare una “Nazinotstand”, ossia una “emergenza nazismo”. Nella delibera si legge che “a Dresda stanno trovando spazio con una frequenza sempre maggiore azioni e atteggiamenti antidemocratici, antipluralisti, misantropici e di estrema destra, che includono atti di violenza”. L’ordinanza indica chiaramente la necessità di intervenire maggiormente, per proteggere la cultura democratica della città e per proteggere le minoranze.

La risoluzione “Nazinotstand”

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

7 November 2019
Due studi suggeriscono che il morbillo potrebbe causare un’amnesia immunitaria

Due diversi studi, pubblicati giovedì 31 ottobre, uno sulla rivista Science e l’altro su Science Immunology, sono arrivati alla medesima conclusione che il morbillo può eliminare dall’organismo gli anticorpi, acquisiti nel corso del tempo, fondamentali per la difesa da future malattie.

I ricercatori dell’Harvard Medical School, che hanno condotto lo studio pubblicato su Science, hanno analizzato campioni di sangue di alcuni bambini, prelevati prima che questi contraessero il morbillo e due mesi dopo l’infezione, riscontrando una vera e propria amnesia immunitaria. I risultati dello studio hanno

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

7 November 2019
La città di New York decide di vietare la vendita del <i>foie gras</i>

La scorsa settimana, il consiglio comunale di New York ha stabilito di vietare la vendita di foie gras in ristoranti e supermercati, a partire dal 2022. Il sindaco di New York, Bill De Blasio, ha annunciato che firmerà presto la delibera, che prevede anche multe salate di oltre 2000 dollari per i trasgressori.

Il foie gras è da sempre al centro di infuocati dibattiti. Realizzato con fegato grasso di oche, o anatre, è un piatto prelibato della cucina francese, oltre che una tradizione culturale del Paese. In tanti, però, come gli animalisti, ritengono che il metodo per produrre il foie gras sia

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Stefano: Sai che in Italia ogni anno il 31 ottobre si celebra la Giornata nazionale del Trekking? Questa iniziativa, nata diversi anni fa per invogliare la gente a camminare, oggi si svolge in ben 48 comuni e prevede decine di percorsi, rigorosamente a piedi, alla scoperta del patrimonio artistico e culturale del nostro Belpaese.
Romina: Certo che lo sapevo! Non ho mai aderito agli eventi che si svolgono il 31 ottobre ma in compenso conosco due ragazze che hanno partecipato e che mi hanno raccontato di essersi divertite parecchio.
Stefano: Neanch’io ho mai partecipato alla Giornata nazionale del Trekking ma conto di farlo il prossimo anno, quando sarò un po’ più in forma. Vado pazzo per il cibo e di recente ho davvero esagerato a tavola, con la conseguenza che Ho messo su qualche chilo di troppo.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Romina: Di recente ho letto uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità sul fenomeno del gioco d’azzardo, che mi ha colpito molto. Non solo il gioco d’azzardo è diffusissimo in tutta Italia, ma a giocare non sono solo gli adulti, ma anche una fascia piuttosto ampia di giovani. È terribile, non credi?
Stefano: Scusami Romina, mentre parlavi mi sono distratto e adesso sono nel pallone! Che dicevi?
Romina: Che in Italia desta molta preoccupazione l’interessamento dei giovani al gioco d’azzardo. Secondo uno studio recente, solo nel 2017 circa 700 mila giovani italiani hanno giocato almeno una volta. Di questi, 70 mila sono giocatori problematici, che spendono grandi quantità di denaro in scommesse sportive e lotterie istantanee.

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.