Screen width of at least 320px is required!

25 May 2022

Episode #341

18 May 2022

Episode #340

11 May 2022

Episode #339

4 May 2022

Episode #338

27 April 2022

Episode #337

20 April 2022

Episode #336

13 April 2022

Episode #335

6 April 2022

Episode #334

30 March 2022

Episode #333

Speed 1.0x
/
aa
AA
Cari ascoltatori, benvenuti a una nuova puntata del nostro programma! Oggi è mercoledì 4 maggio 2022. Io sono Chiara, nuovamente insieme a voi per commentare gli ultimi sviluppi dell’attualità italiana e globale. Cominciamo con una notizia che ha scosso profondamente il mondo dell’economia e dell’informazione nei giorni scorsi: il miliardario Elon Musk — tra le altre cose, amministratore delegato dell’azienda aerospaziale SpaceX e della casa automobilistica Tesla — ha deciso di comprarsi un impegnativo, e carissimo, giocattolo: il social network Twitter.

Elon Musk, “assolutista della libertà di parola”, acquista Twitter

4 May 2022
Elon Musk, “assolutista della libertà di parola”, acquista Twitter

Ormai lo sappiamo tutti. Lunedì 25 aprile, il consiglio di amministrazione di Twitter ha annunciato, con una nota per la stampa, di aver accettato un’offerta di acquisto avanzata da Elon Musk. Dopo un’altalenante trattativa durata qualche settimana, l’uomo più ricco del mondo ha finalmente acquistato la prestigiosa azienda, mettendo sul tavolo 44 miliardi di dollari.

“Alcuni miliardari comprano uno yacht e si rilassano sul mare; altri comprano una squadra sportiva, investendo grosse somme nei loro atleti preferiti; Musk, invece, compra Twitter”, scherzava lo scorso venerdì il giornalista del Gu

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Facciamo ora un tuffo nel passato, cari ascoltatori. Nell’ormai lontano 2003, al largo della Sardegna, si svolse un incontro che, oggi, appare del tutto surreale.

Un’altra epoca, un altro mondo

4 May 2022

Immagini di un mondo lontano, infinitamente lontano. Un mondo che non esiste più. Il 30 agosto 2003, una bella giornata di sole estivo, il presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e Vladimir Putin — allora come oggi, presidente della Federazione russa — si facevano fotografare al largo dell’isola sarda de La Maddalena, non lontano dalla base americana di Santo Stefano. I due, entrambi abbronzati ed entrambi in completo blu e cravatta abbinata, si trovavano sul ponte dell’incrociatore Moskva, nave ammiraglia della flotta russa sul mar Nero.

Sì, l’incrociatore Moskva, la stessa nave c

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Come sappiamo, milioni di persone, in queste settimane, hanno dovuto abbandonare l’Ucraina invasa, lasciandosi alle spalle le loro case, i loro affetti, i loro progetti di studio e lavoro.

Dall’Ucraina in fiamme all’Italia, storie di dolore e speranza

4 May 2022
Dall’Ucraina in fiamme all’Italia, storie di dolore e speranza
VILTVART / Shutterstock

Nel vedere il bando emesso dalla Regione Liguria per l’accoglienza di profughi ucraini nelle strutture alberghiere della zona, Elena e Fabio, proprietari di un piccolo hotel nel cuore di Genova — un bell’edificio color pesca a pochi passi dal Politeama Genovese e dal Palazzo Ducale — non hanno avuto dubbi. Avrebbero risposto all’appello. Quanto prima.

Oggi Elena e Fabio — lei russa di San Pietroburgo, lui genovese — ospitano nella loro struttura dodici persone scappate dall’Ucraina in fiamme. I profughi, un gruppo di sordomuti per cui la necessità di comunicare col linguaggio dei segni è stata

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Rimaniamo nell’ambito della famiglia, per commentare una recente sentenza della Corte Costituzionale italiana. Una decisione che rappresenta una vera rivoluzione.

La rivoluzione del cognome

4 May 2022
La rivoluzione del cognome

La svolta è una piccola rivoluzione. A livello giuridico e, soprattutto, sociale. Perché sono anche scelte come queste che plasmano la nostra percezione della realtà, e il nostro agire nel mondo.

D’ora in poi, sarà illegittimo attribuire soltanto il cognome del padre ai figli. Tanto a quelli nati nel matrimonio che a quelli nati fuori dal matrimonio e ai figli adottivi. Lo ha deciso, mercoledì 27 aprile, il massimo organo giuridico del nostro paese — la Corte Costituzionale —, con una sentenza che descrive come “discriminatoria e lesiva dell’identità del figlio la regola che attribuisce automa

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Concludiamo la nostra chiacchierata di oggi con una breve visita a Venezia, che dedica ora una mostra a un importante artista viennese.

Venezia dedica un omaggio a Hermann Nitsch, icona dell’Azionismo viennese

4 May 2022

A prima vista, Hermann Nitsch avrebbe ingannato chiunque. Chiunque non lo conoscesse già. Chi, infatti, avrebbe potuto immaginare che, dietro quell’aspetto da pacato filosofo ottocentesco, si celasse una mente dall’incredibile potenza innovativa? Una mente inquieta e geniale, capace di fondere, in un nuovo spazio di sperimentazione, il teatro fisico e la pittura astratta, le tragedie della Grecia antica e le cerimonie liturgiche della cristianità.

Hermann Nitsch, icona dell’Azionismo viennese, ci ha lasciati lo scorso 18 aprile, un giorno prima che a Venezia, parallelamente alla 59ª Biennale d’

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.