Screen width of at least 320px is required!

18 May 2022

Episode #340

11 May 2022

Episode #339

4 May 2022

Episode #338

27 April 2022

Episode #337

20 April 2022

Episode #336

13 April 2022

Episode #335

6 April 2022

Episode #334

30 March 2022

Episode #333

23 March 2022

Episode #332

Speed 1.0x
/
aa
AA
Cari ascoltatori, benvenuti a una nuova puntata del nostro programma! Oggi è mercoledì 20 aprile 2022. Io sono Stefano, nuovamente insieme a voi per commentare gli ultimi sviluppi dell’attualità italiana e globale. Cominciamo con una notizia che ci porta sulle coste dell’Africa del Nord, ad Algeri, dove una delegazione del governo italiano ha di recente stretto un accordo energetico. L’obiettivo, urgente ma difficile da raggiungere in tempi brevi, è l’indipendenza del nostro paese dall’importazione di gas russo..

Italia e Algeria firmano un accordo sul gas

20 April 2022
Italia e Algeria firmano un accordo sul gas
Dmitry Pichugin / Shutterstock.com

Tre file di soldati, allineati con geometrica precisione, e un lungo tappeto rosso. Si respira un’atmosfera solenne in questo pomeriggio d’inizio aprile a palazzo El Mouradia, residenza del presidente della Repubblica Democratica Popolare di Algeria. Tutto è pronto per accogliere una delegazione in visita ufficiale dall’Italia. Il premier Mario Draghi è accompagnato, per l’occasione, dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio e da quello della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Con loro, pure Claudio Descalzi, amministratore delegato del colosso energetico ENI. Scattano sull’attenti, i sol

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Il ministro Di Maio in questi giorni è spesso in viaggio. Il mese scorso è stato in Qatar, un paese legato all’Italia da un rapporto sempre più stretto.

Italia e Qatar, un’amicizia militare

20 April 2022
Italia e Qatar, un’amicizia militare
Drop of Light / Shutterstock.com

La nazionale italiana di calcio non giocherà quest’anno in Qatar, ma di certo il piccolo paese del golfo persico è molto presente nei pensieri — e nel conto corrente bancario — di un settore del nostro paese.

Come raccontava infatti un articolo pubblicato sul settimanale L’Espresso lo scorso 14 aprile, nel 2021, con 813,5 milioni di euro spesi, il Qatar, soppiantando l’Egitto, è diventato il primo cliente dell’industria bellica italiana. Un risultato non da poco se pensiamo che nel biennio precedente l’Egitto aveva acquistato armi Made in Italy per oltre 1,8 miliardi di euro.

Complessivamente, i

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Torniamo ora in Europa, e andiamo in Francia, dove la tensione è alle stelle, in vista del secondo turno delle elezioni presidenziali.

Elezioni presidenziali francesi, che faranno gli elettori di Mélenchon?

20 April 2022

Cinque anni fa, dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi, Jean-Luc Mélenchon — fondatore del partito di sinistra radicale La France Insoumise, allora quarto classificato col 19,6% delle preferenze — non aveva espresso parole di sostegno per nessuna delle due figure in corsa per il ballottaggio: Emmanuel Macron, candidato del partito centrista La République en Marche, e Marine Le Pen, leader dell’estrema destra. Un silenzio criticato da molti, giudicato come un’ambiguità pericolosa. Un orgoglio inutile.

Diversa la cornice geopolitica, questa volta. Bizzarramente simile, la batta

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
L’Europa, con le sue gerarchie di potere e le sue tradizioni, vibra nei quadri di Paula Rego, ora ospite d’onore alla Biennale di Venezia.

Paula Rego, invitata d’onore a Venezia

20 April 2022
Paula Rego, invitata d’onore a Venezia
By Dinkydarcey - Own work, CC BY-SA 4.0, Link

Ricordo bene il mio primo incontro con l’arte di Paula Rego. Era un pomeriggio di metà settembre, una domenica di pioggia, e mi trovavo a Barcellona. Un’amica mi aveva detto che al Palau de la Virreina, sulla Rambla, c’era una mostra di pittura che non mi potevo perdere, dedicata alla carriera di un’artista portoghese da tempo residente a Londra. Paula Rego, appunto. Nel salire le scale del bel palazzo barocco non potevo immaginare la sorpresa, l’emozione, che avrei provato nel vedere quelle opere, quel mondo intricato di pastelli, acquerelli e disegni. Scene crude, taglienti. Composizioni squ

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Lasciamo ora Venezia, e andiamo in Venezuela, sulle verdi colline, dove, negli anni 50 del secolo scorso, l’architetto milanese Gio Ponti costruì una villa che, ancora oggi, affascina chi la visita.

Villa Planchart, gentile farfalla tropicale

20 April 2022
Villa Planchart, gentile farfalla tropicale
Wikimedia Commons

In quegli anni, a Caracas, tutti conoscevano l’eleganza di Anala e Armando Planchart, grandi viaggiatori, appassionati di architettura e collezionisti d’arte raffinati. Anni 50, epoca di dittatura militare, in Venezuela. Ma anche di grande sviluppo economico, alimentato dalla forza del petrolio e da una politica migratoria che vedeva nell’arrivo di lavoratori e capitale europeo un importante fattore propulsivo, una formula vincente per il futuro.

La voglia di futuro, di modernità, ispira intensamente i coniugi Planchart. In quel periodo, Armando e Anala acquistano un terreno sulla cima di El Ce

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.