Screen width of at least 320px is required. Screen width can be adjusted by widening your browser window or adjusting your mobile device settings. If you are on a mobile device, you can also try orienting to landscape.

17 July 2024

Episode #453

10 July 2024

Episode #452

3 July 2024

Episode #451

26 June 2024

Episode #450

19 June 2024

Episode #449

12 June 2024

Episode #448

5 June 2024

Episode #447

29 May 2024

Episode #446

22 May 2024

Episode #445

Speed 1.0x
/
aa
AA
Cari ascoltatori, benvenuti a una nuova puntata del nostro programma! Oggi è mercoledì 26 giugno 2024. Io sono Mario, e vi farò compagnia con le ultime notizie dell’attualità italiana e internazionale. Nella scorsa puntata abbiamo visto come la Francia abbia vissuto un vero e proprio terremoto politico con le elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. Ma c'è un altro Paese, tra i pilastri dell'Unione europea, che sta vivendo una fase politica assai delicata. Si tratta della Germania, alle prese con un dilemma politico non da poco.

Germania, il dilemma politico dei Cristiano Democratici

26 June 2024
Germania, il dilemma politico dei Cristiano Democratici
photocosmos1 / Shutterstock

La Germania si trova di fronte a un dilemma degno di Amleto. Allearsi o non allearsi? Protagonista del dilemma è Friedrich Merz. Ovvero il leader dell'Unione Cristiano-Democratica di Germania, il partito che fu di Angela Merkel.

La cancelleria tedesca nel 2020 mise un veto pesante come un macigno ad alleanze con Alternative für Deutschland, partito di estrema destra che definire ‘problematico’ è un eufemismo.

Lo scorso maggio, ad esempio, un tribunale tedesco ha stabilito che Alternative für Deutschland rappresenta un possibile rischio per la democrazia. E al parlamento europeo il partito è sta

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
A proposito di donne e politica, da poco è uscito l'annuale Global gender gap report del Forum Economico Mondiale. Un rapporto che misura il divario di genere in 146 Paesi. Volete sapere qual è il Paese dove c'è maggiore uguaglianza di genere? Scopriamolo insieme.

La lunga strada verso una vera parità di genere

26 June 2024
La lunga strada verso una vera parità di genere
Elnur / Shutterstock

Centotrentaquattro anni, ovvero cinque generazioni. Tanto bisognerà aspettare prima di arrivare alla vera parità di genere. A dirlo è la fonte più autorevole che potrete sentire sull'argomento, il Global gender gap report, un documento che ogni anno viene redatto dal Forum Economico Mondiale.

C'è poco da essere ottimisti, insomma. Conviene anzi armarsi di molto realismo e senso pratico per guardare in faccia la realtà che emerge dai 146 Paesi analizzati dallo studio. Una fotografia del presente che è anche un album degli ultimi diciotto anni, visto che il Global gender gap report viene redatto

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Giugno è, in tutto il mondo, anche il mese del Pride, la serie di manifestazioni con cui la comunità LGBT+ celebra la propria identità, la propria storia e l'importanza di lottare per i diritti. In Italia, il Pride ha compiuto trent'anni. Quella di quest’anno è quindi stata una celebrazione ancora più importante. Vediamo com'è andata a Roma.

Trent'anni di orgoglio LGBT+

26 June 2024
Trent'anni di orgoglio LGBT+
Fabrizio Maffei / Shutterstock

Il 15 giugno Roma è stata sommersa da una marea arcobaleno per le celebrazioni del Pride: un corteo variopinto e festoso che ha sfilato da Piazza della Repubblica fino al Colosseo, per un'occasione più speciale che mai.

Giugno è da tradizione il mese del Pride, ma quest'anno il corteo romano ha celebrato anche una ricorrenza importante, i trent'anni della prima manifestazione di questo tipo in Italia. Avvenne infatti nel 1994, sempre a Roma. Quattro anni prima, l'Organizzazione Mondiale della Sanità aveva tolto l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali, ma nel Paese restavano fortissim

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
In Italia, gli studenti delle scuole superiori stanno affrontando in queste settimane gli esami che concludono il ciclo scolastico. L'esame è una tappa molto sentita nell'immaginario collettivo, tanto che è chiamato "esame di maturità". È quindi l'occasione per conoscere questo aspetto della cultura italiana.

L'esame di maturità

26 June 2024
L'esame di maturità
Paolo Bona / Shutterstock

Tra i tanti riti di passaggio alla maggiore età, per gli studenti italiani c'è l'esame di maturità. Ogni anno, tra giugno e luglio, gli studenti che completano il ciclo delle scuole superiori si cimentano in varie prove, orali e scritte. Dopodiché dovranno scegliere la strada che segnerà molti degli anni a venire, o addirittura l'intera vita: mondo del lavoro, oppure università?

Si tratta di un momento molto sentito nella cultura del Paese, immortalato anche da una celebre canzone di Antonello Venditti, Notte prima degli esami. Un brano degli anni Ottanta che nel 2006 ha dato il titolo a un for

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Chi ama il cinema italiano avrà sicuramente visto almeno una volta La dolce vita di Fellini, uno dei massimi capolavori del regista. Tra i suoi meriti, il film ha anche contribuito a lanciare un'attrice francese che, negli anni, sarebbe diventata sempre più importante, Anouk Aimée. Il 18 giugno è purtroppo scomparsa. Ci sembra dunque doveroso chiudere la nostra puntata di oggi col ricordo di una delle "muse" felliniane per eccellenza.

Anouk Aimée, indimenticabile musa di Fellini

26 June 2024
Anouk Aimée, indimenticabile musa di Fellini
Public Domain, Link

"Felliniano" è un aggettivo ben noto agli amanti del cinema, e attesta prima di tutto l'influenza, stilistica e, più in generale, culturale, del grande maestro Federico Fellini. Indica una poetica ben precisa, in equilibrio tra autobiografia, raffinate ironie e atmosfere oniriche.

Ma il cinema di Federico Fellini non sarebbe stato lo stesso senza le sue "muse". Personaggi femminili che sapevano essere perno dei desideri o controcanto delle ossessioni dei protagonisti maschili.

Le muse felliniane erano tali per la capacità di ispirare il regista, che dalla semplice osservazione traeva grandi in

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.