Screen width of at least 320px is required. Screen width can be adjusted by widening your browser window or adjusting your mobile device settings. If you are on a mobile device, you can also try orienting to landscape.

12 June 2024

Episode #448

5 June 2024

Episode #447

29 May 2024

Episode #446

22 May 2024

Episode #445

15 May 2024

Episode #444

8 May 2024

Episode #443

1 May 2024

Episode #442

24 April 2024

Episode #441

17 April 2024

Episode #440

Speed 1.0x
/
aa
AA
Cari ascoltatori, benvenuti a una nuova puntata del nostro programma! Oggi è mercoledì 5 giugno 2024. Io sono Chiara, insieme a voi per commentare gli ultimi sviluppi dell’attualità italiana e globale. Questa settimana, cominciamo il nostro viaggio in Messico, che festeggia l’elezione alla carica presidenziale della progressista Claudia Sheinbaum. Un successo collettivo, ha detto, con grande intelligenza politica, l’interessata, che inizierà il suo mandato il 1° ottobre.

Claudia Sheinbaum, una ventata d’aria fresca

5 June 2024

In un’America Latina dove imperversano figure nefaste come Javier Milei, Nayib Bukele e, fino a poco fa, Jair Bolsonaro, il successo politico della progressista Claudia Sheinbaum è una ventata d’aria fresca, un collettivo sospiro di sollievo.

Domenica 2 giugno, i messicani hanno scelto lei per guidare, come presidenta, le sorti del paese. Quella di Sheinbaum, con 35 milioni di voti, pari a più del 59% delle preferenze, è stata la più grande vittoria elettorale nella storia della democrazia messicana.

Ma Claudia Sheinbaum non è interessante solo per il volume del suo trionfo. O solo perché è la

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Ben diverso da quello di Claudia Sheinbaum lo spirito che anima Donald Trump alla vigilia di una campagna presidenziale che si annuncia feroce.

Trump gioca la carta del vittimismo

5 June 2024
Trump gioca la carta del vittimismo
lev radin / Shutterstock

La sera di venerdì 31 maggio, i responsabili del comitato a capo della campagna elettorale di Donald Trump stupivano il mondo con una notizia: nelle 24 ore successive alla condanna dell’ex presidente nel processo sui pagamenti alla pornostar Stormy Daniels, avevano raccolto quasi 53 milioni di dollari, grazie alle donazioni online. A rendere la cifra ancor più impressionante, un paragone: fra giugno e dicembre 2023, nell’arco di ben sei mesi, lo stesso comitato aveva raccolto 58 milioni di dollari. Era evidente che la sentenza che aveva colpito l’ex inquilino della Casa Bianca era stata, per m

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Numerosi sono pure i sostenitori di Jordan Bardella, astro nascente dell’estrema destra francese.

Jordan Bardella, “italiano al 75%”

5 June 2024
Jordan Bardella, “italiano al 75%”
Obatala-photography / Shutterstock

Può sembrare paradossale che un discendente di immigrati come Jordan Bardella — italiano al 75%, per citare le sue parole — abbia fatto della retorica contro l’immigrazione il suo cavallo di battaglia. Non tutti gli immigrati sono uguali, direbbe lui, nuova stella dell’estrema destra francese.

Le origini di Jordan Bardella affondano, in parte, nella periferia operaia torinese, a Nichelino, città legata alla fabbricazione delle automobili FIAT, demograficamente esplosa ai tempi del miracolo economico degli anni 60. Da lì, venivano i suoi nonni materni, Severino e Iolanda, che, nel 1963, decisero

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Quella di Caravaggio è stata una pittura rivoluzionaria: antica e contemporanea allo stesso tempo. A Madrid, una nuova mostra celebra il genio milanese.

Il Caravaggio perduto”, bellezza avvolta nel mistero

5 June 2024
“<i>Il Caravaggio perduto</i>”, bellezza avvolta nel mistero
Public Domain, Link

L’hanno chiamato “Il Caravaggio perduto” e dallo scorso 28 maggio può essere ammirato, avvolto in una luce soffusa, nella sala 8A del museo del Prado, dipinta, per l’occasione, in un elegante tono grigio antracite.

Nel video in cui l’opera è presentata al pubblico delle reti sociali del museo madrileno — un milione e duecentomila follower solo su Instagram —, David García Cueto, capo del dipartimento di pittura italiana e francese, sottolinea l’eccezionalità dell’evento. “Era dal 1981, anno dell’attribuzione del Martirio di sant’Orsola, che non si scopriva una nuova opera d

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Questo mese di giugno segna il centenario della morte del deputato socialista Giacomo Matteotti, ucciso a Roma da un gruppo di sicari fascisti.

Il nobile sacrificio di Giacomo Matteotti

5 June 2024
Il nobile sacrificio di Giacomo Matteotti
Public Domain, Link

L’arguzia di Winston Churchill ci ha regalato una frase che è ormai parte della cultura collettiva. “La democrazia è la forma di governo peggiore che esista, fatta eccezione per tutte le altre”, amava dire il grande statista inglese, che fu primo ministro negli anni della guerra contro la Germania nazista, e poi, nuovamente, dal 1951 al 1955.

Nel 1924, l’Italia era una monarchia costituzionale, con un re, un parlamento, e un presidente del consiglio dei ministri: Benito Mussolini. Formalmente, il paese era ancora una democrazia. Ma una democrazia sull’orlo del baratro.

Il Parlamento del regno, i

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.