Screen width of at least 320px is required!

17 February 2021

Episode #275

10 February 2021

Episode #274

3 February 2021

Episode #273

27 January 2021

Episode #272

20 January 2021

Episode #271

13 January 2021

Episode #270

6 January 2021

Episode #269

30 December 2020

Episode #268

23 December 2020

Episode #267

Speed 1.0x
/
Cari ascoltatori, benvenuti a questo nuovo appuntamento con il nostro programma! Io sono Mario e, oggi, è mercoledì 20 gennaio. Iniziamo subito la puntata odierna parlando dello scandalo dei sussidi pubblici per l’infanzia che ha portato alle dimissioni il governo dei Paesi Bassi, guidato dal liberale e rigorista primo ministro Mark Rutte.

Paesi Bassi, il governo si dimette

20 January 2021
Paesi Bassi, il governo si dimette
vasilis asvestas / Shutterstock.com

Venerdì 15 gennaio, il primo ministro dei Paesi Bassi, Mark Rutte, ha annunciato le dimissioni di tutto il suo esecutivo, sull’onda di uno scandalo legato alla cattiva gestione dei sussidi pubblici, emerso a seguito di un’inchiesta parlamentare.

Il rapporto dell’inchiesta, che si intitolaIngiustizia senza precedenti”, descrive come le autorità fiscali olandesi si siano accanite su circa 20.000 famiglie, tra cui molti migranti e persone con doppia nazionalità, per il solo fatto che avessero commesso futili errori burocratici, tra il 2013 e il 2019, nei moduli per l'ottenimento del contributo s

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Restiamo ancora per qualche minuto in ambito internazionale, per parlare della decisione dei social network di rimuovere gli account personali del presidente Donald Trump, dopo il drammatico assalto al Congresso degli Stati Uniti dello scorso 6 gennaio.

Si accende il dibattito sul potere delle grandi multinazionali tecnologiche

20 January 2021
Si accende il dibattito sul potere delle grandi multinazionali tecnologiche
Derick Hudson / Shutterstock.com

Come sappiamo, in seguito all’assalto al Congresso degli Stati Uniti dello scorso 6 gennaio, tutte le principali piattaforme digitali hanno rimosso gli account personali del presidente Donald Trump, responsabile di aver aizzato i suoi sostenitori a commettere tali atti di violenza.

La decisione ha aperto un acceso dibattito nella gran parte delle democrazie occidentali sulla libertà di espressione e sul ruolo delle grandi multinazionali della tecnologia.

In quattro anni di presidenza, Trump ha sfruttato il megafono offertogli dai social network per diffondere disinformazione, avvelenare il dibat

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Passiamo, ora, a un’altra notizia che ha fatto il giro del mondo. Papa Francesco ha cambiato il Codice di diritto canonico, rendendo ufficiale la partecipazione delle donne nell’ambito del servizio all’altare e nella lettura della Bibbia durante le messe.

Papa Francesco istituzionalizza la presenza delle donne nelle messe

20 January 2021
Papa Francesco istituzionalizza la presenza delle donne nelle messe
AM113 / Shutterstock.com

Lunedì 11 gennaio, i mezzi di stampa della Città del Vaticano hanno diffuso la notizia che Papa Francesco ha introdotto una modifica in una norma del Codice di diritto canonico, per rendere istituzionale la presenza femminile nell’ambito del servizio all’altare. In particolare, Jorge Mario Bergoglio ha stabilito che aiutare i sacerdoti nello svolgimento della liturgia e durante la comunione non sarà più una prerogativa del genere maschile.

In deroga a una disposizione nel 1972 voluta da papa Paolo VI, d’ora in poi, anche le donne potranno ufficialmente leggere le letture del giorno e dispensare

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Parliamo, ora, della nascita, a Milano, del “Teatro Delivery”, un’iniziativa che cerca di portare a domicilio lo spettacolo e la cultura teatrale.

“Teatro Delivery”, a Milano la cultura a domicilio

20 January 2021
“Teatro Delivery”, a Milano la cultura a domicilio
editoriale: KrimKate / Shutterstock.com

Il protrarsi delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 continua a mettere a dura prova il mondo del teatro, un settore che sta soffrendo immensamente per la carenza di introiti dovuta alla chiusura delle sale e alla sospensione degli spettacoli.

Imprenditori, attori, musicisti e maestranze da mesi lamentano di essere in grande difficoltà economica. È il caso, ad esempio, delle attrici Roberta Paolini e Marica Mastromarino, che lo scorso dicembre, a Milano, hanno dato vita al “Teatro Delivery”, un’iniziativa che aspira a portare a domicilio lo spettacolo e la cult

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

Concludiamo la puntata di oggi parlando della protesta che si è svolta a Roma, per chiedere al Governo di stanziare il 10% del Recovery Fund a favore dei Giovani e delle Politiche sul Lavoro, invece dell’1% attualmente previsto.

Uno non basta”, più spazio ai giovani

20 January 2021
“Uno non basta”, più spazio ai giovani
Justine Edelstein / Shutterstock.com

Nella sera del 14 gennaio, il movimento apartiticoUno non basta” ha organizzato, a Roma, una singolare iniziativa di protesta per chiedere al governo maggiori sforzi a sostegno delle politiche giovanili.

“Uno non basta” è nato a Torino a inizio gennaio, dalla collaborazione tra le associazioni no profit Officine Italia e Visionary Days. Nella sua pagina di Facebook, il movimento si descrive così: “Siamo giovani in Italia. Siamo troppi in aula e siamo solo un numero, siamo tirocinanti non pagati o siamo cervelli in fuga, siamo precari, se non siamo disoccupati”.

L’iniziativa di protesta si è te

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.