Screen width of at least 320px is required!

30 November 2022

Episode #368

23 November 2022

Episode #367

16 November 2022

Episode #366

9 November 2022

Episode #365

2 November 2022

Episode #364

26 October 2022

Episode #363

19 October 2022

Episode #362

12 October 2022

Episode #361

5 October 2022

Episode #360

Speed 1.0x
/
aa
AA
Cari ascoltatori, benvenuti a una nuova puntata del nostro programma! Oggi è mercoledì 9 novembre 2022. Io sono Mario e vi guiderò attraverso i principali avvenimenti italiani e internazionali. Partiamo subito dal Brasile, dove, lo scorso 30 ottobre, si sono concluse le agguerrite elezioni per eleggere un nuovo capo dello Stato.

Brasile, la vittoria di Lula in un paese lacerato

9 November 2022
Brasile, la vittoria di Lula in un paese lacerato
Isaac Fontana / Shutterstock

E così, alla fine, Lula ha sconfitto Bolsonaro nel secondo turno delle elezioni presidenziali. Una lotta all’ultimo voto, con l’ex sindacalista che ha battuto il presidente uscente per pochi punti percentuali, pari a circa 2 milioni di voti.

Come avviene in ogni lotta, ci sono stati anche colpi bassi. Molti. Durante tutta la campagna, Bolsonaro aveva lasciato intendere di non voler riconoscere l’eventuale sconfitta, sventolando l’accusa di possibili brogli e chiamando a raccolta i propri sostenitori per “difendere la democrazia”. Una tattica in parte già vista con le presidenziali americane, c

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Andiamo ora in Egitto, cari ascoltatori, per parlare di ambiente e di un appuntamento fondamentale, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

COP27, ambientalismo di facciata e diritti umani

9 November 2022
COP27, ambientalismo di facciata e diritti umani
360b / Shutterstock

“COP” negli anni è diventata una sigla sempre più importante. In inglese, indica la “Conferenza delle parti”, ossia la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

Ad ogni Conferenza, le speranze di miliardi di persone si concentrano su un gruppo internazionale di leader ed esperti. L’obiettivo è sempre lo stesso: contrastare l’emergenza climatica, mitigarne gli effetti e ridurre il più possibile le emissioni che avvelenano il pianeta.

Parliamo di problemi che dovrebbero essere la priorità di qualunque paese. Eppure, anno dopo anno, la Conferenza sul clima manca gli obiettivi indica

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Dall’Egitto, e dalla conferenza sul clima, ci spostiamo ora in Italia, per parlare della relazione difficile che questo paese ha con il suo patrimonio artistico e i suoi talenti di punta.

Il complicato rapporto dell’Italia con l’arte

9 November 2022
Il complicato rapporto dell’Italia con l’arte
​Ben Houdijk / Shutterstock

Solo qualche anno fa, i Måneskin sembravano un gruppo di ragazzi come tanti. Ragazzi che si avvicinano alla musica mentre cercano di capire cosa faranno davvero nella vita.

Un video di quattro anni fa, diventato ora virale, li mostra mentre, ancora sconosciuti, suonano per strada per le vie di Roma. Nessuno, allora, poteva immaginare che quel gruppo avrebbe poi vinto Sanremo e l’Eurovision, proiettandosi ai vertici della scena musicale globale. Tour mondiali, code chilometriche fuori da stadi e arene. Persino una band coreana, le Rolling Quartz, che canta in italiano il successo sanremese dei

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Sempre in tema di arte e musica, nella prossima notizia, parleremo di uno dei compositori italiani più famosi di sempre, Giuseppe Verdi, e della sua complicata eredità.

L’eredità di Giuseppe Verdi

9 November 2022

L’opera è un genere musicale tutto italiano, tanto che in molte lingue questa parola non viene tradotta. Non è un genere per tutti i palati, ma di sicuro vi sarà capitato almeno un film dove i personaggi assistono a spettacoli teatrali, e sul palco si vede un tenore struggersi mentre la sua voce vibra possente. Ecco: quella è l’opera.

È alla fine del Cinquecento che, a Firenze, un gruppo di artisti cerca una nuova forma di recitazione che possa attualizzare l’antica tragedia greca. Quella di Sofocle, Eschilo ed Euripide. L’idea è di fondere insieme il meglio di tutte le arti, dando vita a una r

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.

* * *
Cambiamo decisamente argomento, ora, per tornare, brevemente, su un tema di cui avevamo parlato qualche puntata fa: i politici italiani e la loro relazione col social network TikTok.

Politici in fuga da TikTok

9 November 2022
Politici in fuga da TikTok
​​​DELBO ANDREA / Shutterstock

La campagna elettorale in Italia si è conclusa con le elezioni del 25 settembre, mentre il 22 ottobre ha giurato davanti al presidente della Repubblica il nuovo governo, presieduto da Giorgia Meloni. In così poco tempo, è ovviamente difficile giudicare l’operato del governo, o del nuovo Parlamento.

Possiamo però registrare una tendenza significativa, almeno per il momento. E no, non penso al numero di leggi presentate, o di decreti approvati. Né ai consensi secondo i sondaggi. Mi riferisco, piuttosto, alla recente fuga di politici e partiti italiani da TikTok. Secondo i dati disponibili, infat

End of free content.

To access this material, please LOG IN.

If you don't have a subscription, please click HERE to sign up for this program.