Screen width of at least 320px is required!
/
Benedetta: È giovedì 14 marzo 2019. Benvenuti al nostro programma settimanale News in Slow Italian. Un saluto a tutti i nostri ascoltatori! Ciao Stefano!
Stefano: Ciao, Benedetta. Ciao a tutti!
Benedetta: Nella prima parte del nostro programma, discuteremo di attualità. Inizieremo con l’avvio delle indagini sul nuovo modello di Boeing 737 Max 8, dopo lo schianto dell’aereo dell’Ethiopian Airlines di domenica scorsa, in cui sono rimaste uccise tutte le 157 persone a bordo. Poi, parleremo di una nuova legge che in Italia proibisce l’ingresso a scuola ai bambini non vaccinati. In seguito, vi racconteremo di una ricerca, condotta da accademici europei e americani, che mostra come i governi populisti siano correlati a una migliore uguaglianza economica. Per finire, parleremo di una decisione presa dalla Federazione francese di scherma, che riconosce il duello con le spade laser come una vera gara sportiva.
Stefano: I combattimenti con le spade laser? Davvero? Geniale! Questo è il risultato della fusione tra finzione e realtà!
Benedetta: Sapevo che questa notizia ti avrebbe entusiasmato, Stefano! Ne parleremo tra un attimo, però. La seconda parte della trasmissione sarà dedicata alla lingua e alla cultura italiana. Nel dialogo sulla grammatica vi spiegheremo le differenze nell’uso dell’imperfetto e del passato prossimo e avremo anche un’interessante discussione sui diversi modi di festeggiare il Carnevale in Italia.
Stefano: Fantastico! Io adoro il Carnevale! È una delle mie feste preferite! Pensa che ogni anno vado in una città diversa per assistere alle sfilate dei carri allegorici.
Benedetta: Che bella idea Stefano! Del resto da nord a sud l’Italia vanta dozzine di tradizioni carnevalesche uniche e particolari, cui vale assolutamente la pena assistere. Ci sono la Battaglia delle Arance di Ivrea, la sfilata dei carri mascherati di Viareggio, le maschere e i costumi di Venezia, gli antichissimi carnevali di Acireale, Fano e Putignano…
Stefano: Ciò che accomuna tutti questi modi diversi di celebrare il Carnevale è il tripudio di allegria, colori, maschere, coriandoli, che invade le città italiane in questo periodo dell’anno.
Benedetta: È proprio vero Stefano! Dimmi una cosa… ti travesti ancora per Carnevale?
Stefano: Mm… un tempo mi piaceva molto vestirmi in maschera. Poi, però, ho avuto una brutta delusione e ho smesso.
Benedetta: Sono proprio curiosa di conoscere i dettagli di questo aneddoto, Stefano! Per adesso, però, introduciamo il nostro secondo dialogo. La frase idiomatica di questa settimana è “Mettersi (qualcosa) in testa”.
Stefano: Per spiegare l’uso di questo modo di dire avremo un’interessante conversazione sui giovani italiani. Lo sai che i giovani italiani sono spesso etichettati come dei “mammoni” impenitenti?
Benedetta: Sì, lo so bene! Scommetto che hai un sacco di cose da dire sull’argomento, ma per ora devi aspettare. Ora è il momento di dedicarci alle notizie della settimana!